Chris de Burgh: ‘Guarirò il giocatore del Liverpool con i miei poteri’

Strano risveglio, quello di Markus Babbel, giocatore del Liverpool seriamente ammalato e ricoverato presso un ospedale tedesco. Qualche giorno fa, aperti gli occhi, si è infatti trovato davanti Chris de Burgh, il cantante il quale, per quanti sforzi faccia, viene perennemente associato con la canzone “The lady in red”, grande hit del 1986. L’artista, vero nome Christopher John Davidson, classe Quarantotto, gli ha spiegato d’essere in possesso di poteri particolari e, dopo aver posizionato una lampada di cristallo sul comodino del calciatore, gli ha imposto le mani sulle gambe. Babbel gli ha detto che effettivamente i suoi arti paralizzati percepivano un certo calore. Il miracolo, però, non si è verificato. Ed il povero atleta, novello Lazzaro mancato, è rimasto a letto. “Occorreranno altre sedute”, gli ha detto indomito de Burgh.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.