Major e indies, divorzi e nuovi accordi

Major e indies, divorzi e nuovi accordi
Matrimoni e divorzi tra major ed etichette dance italiane sono ormai all’ordine del giorno. Dopo il contratto di licenza mondiale per le produzioni di Alexia siglato dalla Dwa di Roberto “Robyx” Zanetti con la Sony Dance Pool nei giorni scorsi, arriva ora l’annuncio del divorzio tra la BMG/Movimento e la A&D di Tony Verde, marchio per cui incidono le hit maker Blackwood e Chase: i due ex partner hanno deciso di non rinnovare il contratto di distribuzione scaduto a fine gennaio.
Un altro dei marchi di punta della scena dance italiana, la bresciana Media Records (Cappella, 49ers, Gigi D’Agostino, RAF by Picotto...), ha intanto concluso un accordo a livello editoriale con il gruppo Warner: quest’ultimo ha acquisito il diritto di amministrare sul mercato internazionale il catalogo di brani musicali di proprietà della società di Gianfranco Bortolotti, Media Songs.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.