Pay-TV, dopo Tele + Vivendi Universal vuole anche Stream

Sempre più improbabile(causa opposizione dell'antitrust)la fusione tra le due pay TV italiane, la multinazionale francese (azionista di Tele +) sta cercando di rilevare per intero il pacchetto che la News Corp.

di Rupert Murdoch possiede nell'impresa rivale Stream. La mossa del numero uno di Vivendi Universal, Jean-Marie Messier, fa seguito agli ostacoli frapposti al “merger” dall'autorità che vigila sulla concorrenza, preoccupata che un'alleanza tra i due gruppi possa escludere dal mercato i concorrenti potenziali. Sia Messier che Murdoch, d'altro canto, sono costretti a cercare una via d'uscita a una situazione che ha visto entrambi i canali a pagamento accumulare deficit di gestione sempre più pesanti nel tentativo di strappare l'esclusiva sui programmi più richiesti dal pubblico (come le partite di calcio).


La notizia della proposta di acquisto di Stream avanzata da Vivendi è stata confermata nella serata di venerdì scorso, 7 dicembre, da un portavoce della holding francese: “Sapevamo che l'authority italiana non approvava i progetti di Murdoch”, ha detto quest'ultimo, aggiungendo che “per Canal Plus (la società di Vivendi che opera nel settore delle pay-tv) l'Italia è un grosso problema, e dobbiamo cercare di risolverlo”.
Il progetto originale di fusione tra Stream e Tele +, su cui l'autorità antitrust italiana non si è ancora pronunciata ufficialmente, prevedeva l'attribuzione a Vivendi Universal di una quota di controllo pari al 75 % e del restante 25 % al gruppo di Murdoch, cui sarebbe andata la quota di Stream oggi in mano a Telecom Italia.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.