Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Industria / 06/12/2001

Anche la V2 in subbuglio: 'liquidato' Pearce, licenziamenti in vista

Anche la V2 in subbuglio: 'liquidato' Pearce, licenziamenti in vista
Sarà effetto della crisi profonda che attanaglia il settore dell'aviazione civile (uno dei “core business” dell'impero finanziario di Richard Branson) o della recessione in corso nel mercato discografico, ma la notizia di un ridimensionamento dell'etichetta di proprietà del magnate britannico, la V2 Records, non giunge inaspettata. L'ha comunicata al suo staff lo stesso Branson, attraverso una lettera indirizzata al personale di tutte le filiali del gruppo in cui annuncia l'uscita di scena (all'inizio del 2002) dell'attuale numero uno dell'azienda, Jeremy Pearce nonché prossimi tagli all'organico internazionale dell'etichetta, imposti dalla necessità di riequilibrare i conti attraverso un contenimento dei costi di gestione.
Dopo i ringraziamenti allo staff per il lavoro svolto fino ad oggi, il messaggio di Branson precisa che anche il “roster” artistico dell'etichetta verrà sfoltito quanto prima (in Italia è già stato ridimensionato a due soli nomi, Giuliano Palma e Shandon). Quanto alla sostituzione di Pearce, circolano per il momento solo indiscrezioni: ridottesi le possibilità di trovare un accordo immediato con Ken Berry, ex numero uno della EMI (vedi news), non si esclude una soluzione “interna” che veda una figura già in forze alla società assumere il comando delle operazioni. Nonostante questi tagli, tuttavia, pare che le affiliate internazionali della celebre etichetta siano destinate diventare, dalla 9 attuali, 12.