Harrison non aveva paura di morire, racconta il medico

Secondo il medico che lo ha curato negli ultimi tempi George Harrison non aveva paura di morire. Secondo quanto riporta l'agenzia ANSA, Gil Lederman, l'oncologo che ha curato l'ex Beatle in un ospedale universitario di Staten Island ha raccontato, che Harrison “era un uomo molto spirituale", che "aveva assorbito e fatto proprie le filosofie orientali per le quali la morte è parte della vita".

Harrison credeva che "la causa della morte fosse nella nascita. Per questo non temeva la morte", ha raccontato il medico, uno specialista di radioterapie mirate che prendono di mira esclusivamente le cellule cancerogene, invitato un mese e mezzo fa da Harrison nella sua casa in Svizzera per un consulto.
Harrison non si aspettava di guarire, ha aggiunto Lederman, ma le terapie per cui l'ospedale universitario di Staten Island è famoso aiutano a ridurre i dolori: "Non credo che sia morto soffrendo", ha affermato il medico.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.