'Rumors' su Poptones: ridimensionamento o chiusura?

Si rincorrono le voci sull'(incerto) futuro dell'etichetta di Alan McGee, dopo che nei giorni scorsi era trapelata da fonti britanniche notizia di una imminente riduzione dell'organico conseguente allo stato di crisi finanziaria in cui versa la società (vedi news).

Secondo il sito americano Hitsdailydouble (che cita il quotidiano Times), la situazione sarebbe in realtà più grave del previsto, tanto che lo scopritore degli Oasis avrebbe deciso di chiudere bottega tout court mandando a casa l'intero staff. La notizia resta tuttavia ufficiosa e tutta da verificare: se lo sarà, fa notare il Times, la chiusura della Poptones (titolare di un variegato catalogo pop-rock dalle venature psichedeliche, garage e lounge, licenziato in Italia alla V2) costerà circa 33 mila sterline, oltre 100 milioni di lire, alla regina d'Inghilterra Elisabetta II, che lo scorso anno aveva acquistato una quota del 2,27 % nella società.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.