UK, inizia la battaglia per il ‘singolo di Natale’. Ci pensa Cliff Richard

Veramente poco conosciuto in Italia, in Gran Bretagna il signor Cliff Richard è (nel bene e nel male) un’istituzione. Il cantante, un evergreen di razza, sfornò infatti il suo primo singolo nell’agosto 1958. Il disco s’intitolava “Move it/Schoolboy crush”, e da allora Richard ha venduto 250 milioni di copie dei suoi prodotti. L’immarcescibile artista, non domo, scende ora in piazza col suo nuovo disco, col quale in Gran Bretagna dà ufficialmente inizio alla battaglia per il “singolo di Natale”. La proposta di Richard, in uscita il prossimo 3 dicembre, è un medley composto da “Somewhere over the rainbow” e “What a wonderful world”. Per il “singolo di Natale” si sono intanto aperte le scommesse. I bookmaker d’Oltremanica al momento puntano su “Somethin’ stupid”, la cover realizzata da Robbie Williams e Nicole Kidman, per il primo posto nella settimana più festiva dell’anno. Ma la canzone di Richard potrebbe presto guadagnare posizioni.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.