Major, la classifica dell'anno: prima Universal, seconda Sony Music

Con una quota di mercato del 22 %, la casa discografica di proprietà del gruppo francese Vivendi Universal domina saldamente il business mondiale della musica registrata, stando alle stime contenute nel World Report 2002 pubblicato dal bimestrale specializzato MBI. I dati raccolti ed elaborati dalla testata britannica, che prendono in considerazione il valore (in dollari) di album e singoli venduti a grossisti e negozi al dettaglio, attribuiscono la seconda posizione nel mondo alla Sony Music, che si aggiudica per l'anno in corso una market share del 16,1 %. Più staccate le altre tre major, con la EMI (13,7 %) a precedere Warner (11,9 %) e BMG (11,7 %), mentre al gruppo delle etichette indipendenti (in gran parte però distribuite, e dunque in qualche modo controllate, dalle stesse major) spetta una fetta del 24,6 %: testimonianza di un'importanza ancora cruciale in termini di creatività e di produzione, se non di peso commerciale sul mercato.
La federazione internazionale dell'industria discografica, IFPI, ha intanto fatto sapere di avere finalmente raggiunto un accordo per la pubblicazione, in un prossimo futuro, delle prime statistiche ufficiali relative alle quote di mercato mondiali: i dati prenderanno in considerazione il cosiddetto sell-in (vendite al sistema distributivo) anziché gli acquisti effettuati dai consumatori (più difficili da rilevare in molti mercati non attrezzati di sistemi di rilevazione elettronica), e riguarderanno inizialmente sia l'anno in corso che il 2000.
Ad oggi, solo alcuni paesi – come gli Stati Uniti, la Gran Bretagna, l'Olanda, la Svezia e la Germania – pubblicano quote di mercato ufficialmente riconosciute dall'industria. Prima di redigere statistiche a livello mondiale, però, l'IFPI dovrà risolvere alcuni problemi metodologici riguardanti i diversi criteri di compilazione impiegati dalle varie industrie nazionali, alcune delle quali includono nelle quote di mercato anche i resi e le vendite effettuate per corrispondenza.
Dall'archivio di Rockol - La dura vita della star: quando chi sta sul palco diventa un bersaglio
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.