MPAA: 'Sì all'accesso ai file legali su MegaUpload. Ma con garanzie'.

La chiusura, a gennaio, di MegaUpload (con tanto di arresto dei titolari e sequestro dei loro beni patrimoniali da parte della polizia neozelandese) ha privato della possibilità di accedere al sito e ai suoi server anche le migliaia di utenti che utilizzavano il cyberlocker per scaricare e scambiarsi contenuti legali. Tanto che nel mese di aprile la Electronic Frontier Foundation ha affiancato un cameraman di nome Kyle Goodwin in una causa legale volta al ripristino dell'accesso per i consumatori rispettosi della legge. 

 

A quell'istanza ha risposto ora la  Motion Picture Association of America, l'organizzazione di categoria che riunisce le grandi case cinematografiche di Hollywood e dintorni e che con l'associazione dei discografici Recording Industry Association of America (RIAA) ha indotto l'FBI e le autorità neozelandesi a bloccare il sito "pirata": la MPAA, in una nota redatta dai suoi legali, sostiene di avere "comprensione per quegli utenti legittimi che possano avere fatto affidamento su MegaUpload per archiviare dati creati o acquisiti in modo lecito, anche se le clausole d'uso del sito negano ogni garanzia di accesso continuato ai materiali caricati".  "Se la Corte vuole considerare la possibilità di concedere a utenti come il signor Goodwin il recupero dei file", aggiungono gli avvocati degli studios, "è essenziale che il meccanismo includa una procedura tale da garantire che qualunque materiale a cui gli utenti accedano, copino o scarichino non siano file caricati illegalmente sui loro account". La MPAA chiede inoltre un monitoraggio attento tale da impedire comunque l'accesso ai server da parte dei gestori e i rappresentanti di MegaUpload.  



La vicenda giudiziaria di MegaUpload ha fortemente colpito l'opinione pubblica internazionale: tanto che sulla vita del pittoresco e discusso fondatore della società, Kim Dotcom, è in preparazione un film documentario di cui sono produttori l'attore Alex Mardikian e Donovan Leitch, figlio dell'omonimo cantautore scozzese Donovan.
 
 

Dall'archivio di Rockol - La dura vita della star: quando chi sta sul palco diventa un bersaglio
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.