Asti, chiuso un sito di download (a pagamento) con collegamenti internazionali

Il successo dei cloni di Napster che utilizzano software non autorizzati di “file sharing” come Gnutella, FastTrack (KaZaA) e Morpheus (MusicCity) comincia a fare proseliti anche in Italia: ma non è stato necessario attendere l’esito dei procedimenti giudiziari che l’industria discografica internazionale ha promosso nei confronti dei siti che consentono lo scambio gratuito di musica in rete (vedi news) per bloccare l’attività del service provider astigiano che gestiva il sito www.mp3gas.com, sigillato dal Nucleo Mobile della Guardia di Finanza della cittadina piemontese in seguito ad un blitz portato a termine martedì scorso, 20 novembre.
Il sito italiano, infatti, metteva a disposizione per il download un catalogo di oltre 12 mila canzoni in formato MP3, ma non lo faceva gratuitamente: agli utenti veniva infatti richiesto di pagare un euro e mezzo (3.870 lire circa) per lo scaricamento di un singolo brano, con l’alternativa di ricorrere a formule di abbonamento per effettuare un numero illimitato di download nell’arco di un periodo di tempo variabile da uno a tre mesi. Nel caso il brano desiderato dall’utente non fosse contenuto nel database gestito direttamente dal sito, la richiesta veniva indirizzata automaticamente alle liste di canzoni scambiate dalle comunità on-line che utilizzano programmi come Gnutella e Morpheus (il software gestito dalla Web company MusicCity, vedi news).
Ce n’era abbastanza, insomma, per convincere i finanzieri ad intervenire per perquisire i locali dell’azienda di Asti, sequestrarne il server, bloccare la circolazione dei file audio incriminati e denunciare a piede libero il responsabile della società per violazione delle norme che tutelano il diritto d’autore.
Music Biz Cafe Summer: le collecting e l'emergenza Covid
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.