Condannato a 7 anni di prigione l'impresario pop Jonathan King

L'impresario pop britannico Jonathan King è stato condannato a sette anni di reclusione per vari reati a sfondo sessuale.

L'uomo, tra gli scopritori dei Genesis, e che in passato era anche stato DJ, giornalista musicale ed entertainer, è in prigione dallo scorso settembre, ma la notizia è stata data solo oggi a causa di una particolare procedura legislativa della Gran Bretagna. La notizia sta scuotendo le redazioni dei media musicali d'Oltremanica, visto che King (vero nome: Kenneth George King, 56 anni) era conosciutissimo. Rockol si occupò della vicenda per l'ultima volta il 10 aprile di quest'anno. Tra i reati, quello di sodomia nei confronti di minorenni. Presto potrebbe aggiungersi un nuovo capitolo: un 39enne, ex roadie di un celebre gruppo pop, ha accusato King d'averlo violentato, e la polizia ritiene che le vittime dell'uomo possano essere “altre dozzine”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.