NEWS   |   Industria / 01/06/2012

La crescita di BMG Rights: più di 1 milione di copyright in meno di 4 anni

La crescita di BMG Rights: più di 1 milione di copyright in meno di 4 anni

Un milione 57 mila e 858 copyright: in meno di quattro anni di vita (la società è nata nell'ottobre del 2008): BMG Rights Management, fresca di acquisizione della società francese Francis Dreyfus Music, si è costruita a tempo record un catalogo di tutto rispetto e una posizione di alto profilo nel settore del publishing musicale, sulla scia delle quattro major (che diventeranno tre, se verrà approvata la fusione tra Sony/ATV ed EMI Music Publishing) ma con una configurazione più versatile dal momento che la joint venture creata da Bertelsmann e KKR controlla anche numerosi master discografici.

"La crescita di BMG si è basata non solo su un chiaro programma finalizzato al raggiungimento di economie di scala, ma anche su una precisa filosofia a riguardo di ciò che dovrebbe essere una società musicale del 21mo secolo", spiega l'amministratore delegato Hartwig Masuch.  "La politica di acquisizione", aggiunge, "è una tattica necessaria per raggiungere certe dimensioni, ma non abbiamo mai creduto di doverla perseguire a qualunque prezzo e siamo orgogliosi di avere rinunciato ad accordi a nostro avviso troppo esosi" (EMI Publishing, appunto?). "In futuro ci saranno inevitabilmente altre acquisizioni", ha anticipato Masuch, "ma il nostro obiettivo si concentra sul far crescere il business in maniera organica, con la volontà di rispondere nel migliore dei modi ai bisogni dei nostri autori e artisti in ogni fase della loro carriera".