La famiglia cambia idea, in vendita la casa di Amy Winehouse

La famiglia cambia idea, in vendita la casa di Amy Winehouse

Il signor Mitch aveva affermato che sarebbe stata un'ottima sede per l'ente che stava allora mettendo in piedi, l'Amy Winehouse Foundation. Ma ora - evidentemente - ha cambiato idea perché la casa londinese appartenuta alla figlia, e dove la sfortunata cantante trovò la morte durante la scorsa estate, è finita sul mercato. Mitch, dopo aver utilizzato la palazzina di Camden Square per qualche mese, sentito il resto della famiglia si è affidato ad un'agenzia immobiliare che propone la proprietà, a breve distanza dal popolarissimo mercato di Camden Town, a 2.700.000 sterline. Al cambio attuale fanno 3.375.000 euro. Per il quartiere il prezzo è elevato, ma la casa si trova nella parte migliore della zona, vanta tre camere da letto e ha pure il giardino privato. Nelle ultime settimane sono state anche eseguite delle migliorie, tra le quali l'aggiunta di un bagno padronale. "La famiglia Winehouse ha deciso con dispiacere di mettere la casa sul mercato", ha detto il portavoce della famiglia ad un quotidiano della capitale britannica. "Amy amava quella casa, ma nessuno ha ritenuto che andare ad abitarci sarebbe stata una buona idea. Diventerà un posto felice per qualche famiglia".




Contenuto non disponibile







Recentemente è stato aggiudicato ad una cifra non disprezzabile, 43.000 euro, un dipinto realizzato da Pete Doherty con alcune gocce di sangue di Amy Winehouse.  L'asta presso la quale è stato venduto il quadro si è svolta dopo la chiusura della prima mostra di Doherty in Gran Bretagna. L'esposizione, "On blood: a portrait of the artist", si è tenuta presso la Cob Gallery di Londra, proprio nella zona di Camden.
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.