Universal elargisce donazioni alle leggende del soul e dell'R&B

La multinazionale discografica del gruppo Vivendi ha deliberato lo stanziamento di due milioni di dollari (quasi 4 miliardi e 300 milioni di lire) alla R&B Foundation, l'ente benefico statunitense che fornisce assistenza ad artisti afroamericani bisognosi. L’elargizione decisa dalla Universal è indirizzata alla costituzione di un fondo speciale denominato Motown/Universal Music Group Fund, il cui scopo è di fornire assegni familiari e di coprire le spese medico-sanitarie sostenute da artisti soul/R&B in difficoltà finanziarie e le cui incisioni rientrano nel catalogo storico della major (tra i marchi che fanno capo a Universal figurano sigle prestigiose della storia della musica afroamericana come Chess e Motown oltre ad etichette non specializzate ma altrettanto importanti come Island, A&M e MCA).
E’ previsto che, una volta costituito, il fondo continui ad autofinanziarsi e a generare introiti destinati al sostentamento degli artisti indigenti e delle loro famiglie. L’obiettivo, ha spiegato il presidente dello Universal Music Group Zach Horowitz, è di “elevare la qualità della vita degli artisti stessi in segno di riconoscimento per i numerosi contributi da essi apportati alla nostra casa discografica e all’intero mondo musicale”. Horowitz ha anche voluto spiegare l’inclusione del marchio Motown nel nome del fondo, sottolineandone il ruolo simbolico assunto negli anni a modello di successo della musica afroamericana nel mondo, al di là di ogni pregiudizio e barriera razziale. L’iniziativa della Universal è stata pubblicamente lodata dal presidente del consiglio di amministrazione della R&B Foundation, il cantante (e oggi anche politico) Jerry Butler, da Bonnie Raitt (una delle fondatrici dell’ente benefico) e dal fondatore della Motown Berry Gordy. La fondazione ha consegnato giovedì 8 novembre a New York i suoi “Pioneer awards” annuali, destinati a premiare i musicisti che si sono distinti per il contributo recato all’evoluzione della musica afroamericana.
Dall'archivio di Rockol - Dieci gruppi italiani dai quali ci si potrebbe aspettare una reunion
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.