La Festa della musica 1998 per i terremotati

Quasi 3.500 musicisti, olte 1.000 concerti gratuiti suddivisi in ben 700 città italiane. Sono i numeri della terza Festa della Musica organizzata dall’ARCI a partire dal prossimo 21 giugno, giornata nazionale della musica. La manifestazione quest’anno sarà dedicata interamente alle popolazioni della Campania colpite dall’alluvione e proprio per questo in molte città sarà possibile raccogliere fondi per la ricostruzione. La serata più ricca si terrà a Nocera Inferiore dove suoneranno gli Agricantus e molti altri artisti (i dettagli della serata non sono ancora noti). In ogni caso, in giro per la nostra bella penisola i concerti saranno davvero tanti e di tutti i generi: si va dalle iniziative nelle grandi piazze storiche ai nomi del rock emergente italiano come Mau Mau a Bari, gli Agricantus a Milano e appunto Nocera, Diaframma e Peppe Barra a Firenze, OTR e Modena City Ramblers a Modena, Bluvertigo a Venezia, Estasia a Ferrara, Scisma a Livorno, Uzeda a Orvieto, Afterhours a Terni. Ma ci sarà anche spazio per musicisti ancora sconosciuti, musica classica, etnica, contemporanea e d’autore.
Molte anche le iniziative in programma nelle aree dismesse, ospedali psichiatrici o penitenziari. Lo slogan di quest’anno recita: “La musica rompe il silenzio dei luoghi in cui normalmente non arriva”. E quindi dopo il successo di Baglioni a Rebibbia si farà musica nelle carceri di Cosenza, Arezzo, Catanzaro, Lecco e Padova. In cartellone ci sono anche il cinema (con la proiezione di film musicali come “West Side Story”, “Yellow submarine” o “Tano da morire”), animazioni e giochi musicali per bambini. All’iniziativa aderiscono anche deputati e senatori del “Parlamento Rock”, che si impegneranno per l’approvazione della legge sulla musica (proprio in questi giorni in discussione in commissione al Senato) e scenderanno personalmente in campo con un concerto dal vivo, il 17 giugno dopo la partita della Nazionale Italiana. Ancora da decidere luogo e scaletta di questa esibizione.
Presentando l’evento, il responsabile cultura dell’Arci, Nevio Salimbeni, non ha risparmiato una piccola polemica destinata ai grossi nomi della musica Italiana, assenti dal cartellone, e alla Rai, che dedicherà pochissimo spazio televisivo all’evento.

Dall'archivio di Rockol - Artisti che odiano i loro successi: 11 casi da manuale
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.