Sony mai così male, resiste Sony Music

Sony mai così male, resiste Sony Music

In un anno di profonda crisi per la casa madre Sony Corp., Sony Music registra risultati relativamente buoni grazie soprattutto agli exploit conseguiti sul mercato discografico con "21" di Adele (che la major discografica ha in licenza in Nord America e in Messico) e "4" di Beyoncé.


Anche se il fatturato (5,5 miliardi di dollari) è stato inferiore del 5,9 per cento rispetto a quello dell'anno scorso, Sony Music ha registrato un utile di esercizio pari a 463 milioni di dollari. Dato in controtendenza rispetto al pesante deficit di bilancio, 5,7 miliardi di dollari, accumulato per il quarto anno consecutivo da Sony Corp e che rappresenta il peggior risultato della storia per il colosso giapponese (il minimo storico precedente risaliva al 1995, quando la società acquisì la casa di produzione cinematografica hollywoodiana Columbia Pictures).


Come noto, al crollo della performance economica della Sony hanno contribuito eventi eccezionali come i danni provocati agli impianti di produzione e di stoccaggio dal terremoto e lo tsunami giapponese dell'anno scorso e dalle inondazioni in Thailandia nonché fattori esogeni come la crisi economica internazionale e l'apprezzamento dello yen che ha scoraggiato le esportazioni delle aziende giapponesi. La casa del Sol Levante, creatrice di in passato di prodotti icona come il Walkman e la PlayStation, ha dovuto fare i conti anche con una perdita di competitività nel core business, che si è riflessa in un forte calo della domanda di televisori, fotocamere digitali, console per videogiochi e personal computer.  

Sotto la guida del neo presidente Kazuo Hirai, nominato il mese scorso, Sony prevede comunque di tornare a produrre profitto entro il marzo 2013 (il target è di 375 milioni di dollari) puntando sulla ripresa nel settore dell'elettronica di consumo, su un mercato consolidato come quello degli smartphones e su quello emergente dei tablet. Il risanamento dell'azienda comporterà tuttavia anche il taglio complessivo di 10 mila posti di lavoro, pari a circa il 6 per cento dell'organico a livello mondiale.
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.