Derozer: 'Siamo una band 'pane e salame' e torniamo più carichi di prima'

Derozer: 'Siamo una band 'pane e salame' e torniamo più carichi di prima'

Dopo quattro anni di silenzio tornano i Derozer, band vicentina che ha segnato la storia del punk nel nostro Paese. Il gruppo nasce all'inizio degli anni Novanta ma è nel 1993, con l' ingresso in formazione di Seby alla voce che inizia la vera e propria avventura musicale dei Derozer. Centinaia di date dal vivo macinate all'anno e la scelta di intraprendere la carriera musicale a tutti gli effetti dal 2000 ha portato la band, nel 2008, a prendersi una pausa, "forse un po' troppo lunga", come racconta lo stesso Seby. Oggi, i Derozer, trovato lo spirito dei vecchi tempi e guidati da una rinnovata voglia di tornare a "fare casino" sui palchi, hanno dato il via ad un reunion tour, iniziato il 17 marzo con la prima data al Latte + di Brescia. Rockol ha raggiunto Seby per parlare con lui degli anni di pausa, dei concerti di ritorno della band e dei progetti futuri: "In questi quattro anni ci siamo presi del tempo per ritornare alla vita 'reale', siamo tornati ad essere delle 'persone comuni', abbiamo riallacciato i rapporti con gli affetti e la famiglia, avevamo tutti bisogno di normalità. Dopo quindici anni in musica è come se perdessi la cognizione di ciò che ti circonda e volevamo riprenderci un po' di quella parte dell'esistenza che ci è mancata negli anni in giro tra città e palchi. Siamo sempre stati in contatto in questo periodo di stop, non abbiamo mai tagliato i ponti tra di noi. Quando ci sentivamo al telefono, ci ripetevamo che sarebbe stato bello riprendere a far musica insieme. Vivendo di musica, ci mancava questo aspetto della nostra vita, eravamo in 'astinenza' da concerti. Ci siamo confrontati e abbiamo deciso di cominciare con un reunion tour, testando tra i vari promoter quale fosse l'interesse in merito ad un nostro ritorno sulle scene. Ebbene, siamo rimasti colpiti da quante persone ci stessero aspettando. Abbiamo, per ora, un totale di trenta date fissate e i concerti che abbiamo già realizzato sono stati tutti praticamente sold out. L'Honky Tonky di Seregno, ad esempio, era talmente pieno da non contenere nemmeno uno spillo", racconta il leader dei Derozer. "Il primo concerto insieme, quello del Latte +, è stato adrenalinico ed emozionante al tempo stesso. La sensazione di suonare con gli altri, di essere di nuovo insieme, è stata stupenda. Ci siamo esibiti con la stessa energia di quando stavamo in giro per centocinquanta date l'anno, sembrava che il tempo non fosse passato. Siamo sempre gli stessi Derozer e rimarremo sempre fedeli a ciò che siamo", prosegue Seby. Tra le date dal vivo di questo reunion tour della band vicentina, spicca il concerto del 21 luglio nel contesto del "Rock in Idrho", giornata in cui saranno headliner i Rancid: "Per me questo concerto al Rock in Idrho è un riconoscimento alla carriera. Saremo gli unici artisti italiani del cast del 21 luglio, e siamo davvero onorati di poterci esibire con band del calibro dei Millencolin, dei P.I.L. di Johnny Rotten, degli Specials e ovviamente dei Rancid. Suoneremo per circa mezz'ora durante il pomeriggio e presenteremo i classici del nostro repertorio, un concerto in puro stile punk, in stile Derozer. Sarà sicuramente una bella giornata, da ricordare. Tra tutti gli artisti in cartellone sono curioso di vedere Frank Turner dal vivo, non l'ho mai visto live a differenza delle altre band. Ci sarà da divertirsi, ne sono certo", dice l'artista. Seby ci anticipa che i Derozer stanno pensando ad un nuovo disco, i cui lavori inizieranno a fine agosto: "Dopo i live estivi ci dedicheremo ad un nuovo disco di inediti, sempre fedeli a ciò che siamo, presumibilmente daremo il via ai lavori dal 25 agosto in poi. Pensiamo di essere pronti con i nuovi brani a febbraio 2013. Nel frattempo, pubblicheremo un DVD e un 'best of' con tutti i brani più noti della band, e dopo i live uscirà anche un DVD dal vivo con le date del reunion tour. Tra i nostri progetti futuri ci sono anche date all'estero, dove abbiamo un bel seguito, e nel sud Italia. Devo dire che i concerti di adesso sono i più belli di sempre, anche perché beviamo molto di meno e siamo più lucidi quando suoniamo. Ci godiamo molto davvero l'atmosfera del live e il pubblico. Abbiamo uno ‘zoccolo duro’ di fan, che ci segue dall'inizio e che ha fortemente voluto il nostro ritorno, ma ci sono anche tanti giovani che ci hanno conosciuto di recente, sanno tutti i testi a memoria, è fantastico. Abbiamo un pubblico 'ripulito' oggi, attento e preparato, siamo cresciuti insieme con molti di loro", sostiene il musicista. "Devo dire che la scena punk oggi non è più in fermento come un tempo. Forse perché si vuole tutto e subito, non si gradisce la gavetta. Noi, agli inizi, investivamo tutto lo stipendio per realizzare questo nostro progetto, e tutto il nostro tempo a disposizione, ritrovandoci poi senza amici perché eravamo sempre in giro a suonare. Abbiamo fatto sacrifici, forse è proprio questo che fa la differenza. Nonostante siano passati anni, siamo ancora quei ragazzi genuini che amano fare musica e far saltare la gente al propri concerti. Silvio dei Persiana Jones ha proprio trovato la definizione giusta per noi: 'una band pane e salame'. Ed è proprio così che siamo, anche oggi: spontanei e dannatamente punk", conclude Seby.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.