I Wanted: 'Boicottati da certe radio'

I Wanted: 'Boicottati da certe radio'

Ha senso boicottare, o forse sarebbe più corretto dire "non passare", certe band in radio? Il problema viene risollevato dai Wanted, il
gruppo-boyband britannico che è improvvisamente esploso negli USA. Negli States la loro "Glad you came", che in Europa era uscita nel luglio 2011, ha recentemente trascorso otto settimane nella Top 10 della Hot 100 di Billboard dove si è arrampicata fino al numero tre. La formazione, che ha in line-up anche un irlandese, Siva Kaneswaran cresciuto nell'area di Dublino, ha rivelato che inizialmente nel Regno Unito ha faticato per farsi accettare dalle emittenti radiofoniche. Nathan Sykes, da Gloucester, ha detto: "In Gran Bretagna certe radio che avevano scoperto che eravamo una boyband si sono rifiutate di far ascoltare la nostra musica. Ci dicevano cose del tipo 'Ragazzi, la canzone ci piace un sacco, ma non possiamo mettere le boyband perché altrimenti perdiamo la nostra credibilità'". Tutto un altro paio di maniche sull'altra sponda dell'Atlantico. Jay McGuinness, del Nottinghamshire, ha affermato: "In America ci hanno detto: 'La canzone ci piace, facciamola sentire'. E' stato questo  che ha fatto cambiare le cose per noi". Va comunque sottolineato che i Wanted non sono la "classica" boyband: infatti tutti i membri suonano uno strumento.





Contenuto non disponibile







All'inizio dello scorso marzo il gruppo ha avuto un animato scambio di opinioni con un'altra boyband in ascesa, i One Direction. Pare che le animosità siano ora state sedate. I Wanted sono attivi dal 2010, anno in cui hanno spedito l'omonimo album d'esordio al numero 4 delle classifiche britanniche e all'11 di quelle irlandesi.

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.