L’imbarazzo degli Anthrax: ‘E se cambiassimo nome?’

L’imbarazzo degli Anthrax: ‘E se cambiassimo nome?’
La madre della sua fidanzata è corsa in farmacia a fare scorta di “Cipro”, miracoloso antidoto contro le armi batteriologice. I suoi vicini lo guardavano storto, finché un suo amico, in confidenza, pare gli abbia detto: “Scottie, cosa ne pensi di cambiare nome alla tua band? Qualcosa tipo ‘Il cestino dei cuccioli’, cosa ne dici? E’ più rassicurante, di questi tempi”. In effetti Scott Ian, leader della storica band metal Anthrax (in italiano antrace, il terribile batterio impiegato per confezionare armi biologiche), ha sfogato la propria frustrazione alla stampa americana, ammettendo: “E’ dura, di questi tempi, chiamarsi Anthrax. E’ come se un musicista, nel 1937, si fosse chiamato Freddy Hitler”, ha scherzato il cantante, che ha comunque escluso l’ipotesi di cambiare il nome del gruppo. (Fonte: Corriere della Sera)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.