Kim Dotcom (Megaupload) recupera gran parte del patrimonio

Il fondatore e CEO di Megaupload, il famigerato Kim Dotcom, è rientrato in possesso di una consistente quota del patrimonio sequestratogli a seguito delle note vicende giudiziare. Per delibera di un tribunale del suo paese, la Nuova Zelanda, gli sono stati infatti restituiti contanti per circa 750.000 dollari ed alcune vetture del suo parco auto, tra cui la preferita Mercedes-Benz G55AMG ed una Toyota Vellfire, appannaggio della moglie Mona. A Dotcom è consentito di spendere fino a 20.000 dollari al mese ma, soprattutto, rientrare in possesso di parte del capitale sequestrato significa potere foraggiare meglio una difesa che mira a evitargli l'estradizione negli Stati Uniti, dove fronteggerebbe una discreta lista di accuse. Dotcom è assistito in Nuova Zelanda da Willie Akel e negli Stati Uniti da Ira Rothken, che si è dichiarato molto ottimista sulla sentenza attesa in Nuova Zelanda, eventualmente propedeutica all'estradizione. L'audizione per l'estradizione è programmata per settembre ed esiste la possibilità (menzionata all'FBI dal giudice O'Grady) che un processo penale negli Stati Uniti possa rivelarsi tecnicamente irrealizzabile poichè ad una società di capitali straniera non possono essere contestati reati criminali. Dotcom ha espressamente parlato di motivazioni politiche rispetto al suo caso, sostenendo che una punizione esemplare susseguente al 'takedown' di Megaupload soddisferebbe gli 'estremisti del copyright' di Hollywood.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.