Napster e industria discografica di nuovo in tribunale a San Francisco

Raggiunto un accordo extragiudiziale con i principali editori musicali (cui la Web company statunitense ha garantito una cifra complessiva di 36 milioni di dollari, tra anticipi e pagamenti di royalty pregresse, vedi news), Napster torna per l'ennesima volta in tribunale a fronteggiare l'industria discografica. L'appuntamento è fissato per mercoledì 10 ottobre a San Francisco, dove le major musicali converranno per invocare un giudizio sommario che sancisca la colpevolezza del servizio di “file sharing” in materia di violazione dei copyright musicali: tesi naturalmente contrastata dai legali della società californiana, secondo cui dovrà essere il dibattimento processuale a stabilire eventualmente la sussistenza di una posizione di responsabilità oltre all'ammontare dei danni da risarcire (potenzialmente stimati in milioni di dollari). A decidere sulla questione sarà lo stesso giudice, Marilyn Hall Patel, che nel luglio del 2000 (vedi news) aveva in pratica decretato la fine di Napster come servizio di scambio gratuito in rete, emettendo un'ingiunzione preliminare che inibiva al sito la diffusione non autorizzata dei brani di proprietà delle case discografiche.
Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Paolo Salvaderi (Radio Mediaset)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.