Il nuovo album di Norah Jones. 'Io e Danger Mouse'

Il nuovo album di Norah Jones. 'Io e Danger Mouse'

Il prossimo 2 maggio sarà pubblicato "Little broken hearts", il nuovo album di Norah Jones. L'artista di New York, 33 anni, figlia del sitarista Ravi Shankar che fu amico personale di George Harrison dei Beatles, ha confezionato un disco veramente intimo ma non claustrofobico, un abbraccio nascosto e sentito, una serie di scintillanti malinconie senza lacrime. L'album è il secondo consecutivo, dopo "The fall" del 2010, sulla fine di una storia d'amore; non è gossip, il disco non esisterebbe senza questo dato di fatto. Le canzoni sono state composte col produttore Brian Burton, più conosciuto come Danger Mouse. Burton in passato è stato al fianco di - tra gli altri - Black Keys, Gorillaz, Daniele Luppi per il progetto "Rome" dello scorso anno, nonché di Beck.

Danger Mouse è stato essenziale per la struttura del disco perché, come ha detto Norah, "tutte le canzoni sono nate tra me e Brian, improvvisando alla chitarra l'uno davanti all'altra". Norah, dopo le registrazioni del programma televisivo di Fazio, dove si è presentata con un abitino blu, ha incontrato un drappello di giornalisti presso un grande hotel di Milano. Lo scorso 20 aprile il "New York Times", in un lungo servizio sull'artista, ha parlato di canzoni da "fine di un amore" e ha definito "Little broken hearts" come il suo lavoro più "scuro" e "più lunatico". L'artista è d'accordo col NYT? "Sarei d'accordo su quello 'scuro', ci sono però tante emozioni", dice Norah. "Il disco parla della fine di un amore e di tutte le emozioni che ti vengono addosso. Però si parla anche di una rinascita". Burton/Danger Mouse, sempre sentito dal NYT, ha affermato: "L'album è un po' differente da ciò che i suoi fan potrebbero attendersi". Non è preoccupata dal fatto che l'album potrebbe vendere meno degli altri? Lei, messa in una posizione di squisito privilegio dai 25 milioni di copie vendute dal suo disco d'esordio, lascia intendere che la cosa la interessa fino ad un certo punto. "Ho tanta libertà, grazie al successo del mio primo album", dice. "Sono fortunata, va bene così. Ho trovato un buon equilibrio, mi diverto. Sto facendo quello che voglio". E quando non lavora che fa? "Niente, sto a casa e cucino". E basta? "No, ascolto molto nuovo jazz anche se poi gli artisti che preferisco sono sempre quelli, e cioé gente come John Coltrane e Billie Holiday". Mai pensato che forse avrebbe dovuto nascere in un'altra epoca? "Sì, una volta pensavo che forse non sono adatta per questi tempi.

Ma, appunto, una volta". Tra vari "non so" e "non saprei" - addirittura non ricorda quale sia l'ultimo album che ha comprato - c'è ancora il tempo per qualche domanda. Ha sentito ultimamente Daniele Luppi? "No, è da un po', ma bisognerebbe sentire Brian, è Brian che è molto amico suo". Potrebbe mai materializzarsi un nuovo lavoro con Danger Mouse? "Siamo sempre amici, quindi perché no. Magari. Speriamo". Il disco non è un po' monotematico? "Non è stato inteso come un concept-album, anche se alla fine forse un po' lo è". Non ha mai pensato di ripercorrere i passi che la condussero al primo album, viste le monumentali vendite? "Mai pensato di scrivere un altro album come il primo". Il suo disco preferito qual è? "E' sempre l'ultimo". Ma dicono tutti così! "Ma è vero. Gli album sono come dei figli, come fai a sceglierne uno?". Si sente una donna dell'era digitale? "Mah, sono online e tutto, ma non voglio essere dipendente da questo genere di cose". In luglio verrà a suonare nel nostro Paese. Cosa si aspetta? "Non ho visto molto, ma l'Italia mi piace". Dopo quello per "Happy pills", girerà un nuovo video? "Credo di sì, dovrebbe essere per il brano 'Miriam'". Ma non è quello che alla gente provoca "strane reazioni" perché nel testo vuoi uccidere la tua rivale in amore? ""Ah hah hah, proprio quello". La sola data italiana dell'artista è fissata per il prossimo 14 luglio al Summer Festival di Lucca. Prima platea numerata 45 euro, seconda platea non numerata 34 euro. Il tracklisting del nuovo album:


[acquista qui la discografia di Norah Jones]

[leggi qui i testi delle canzoni di Norah Jones]


Contenuto non disponibile







"Good morning"
"Say goodbye"
"Little broken hearts"
"She's 22"
"Take it back"
"After the fall"
"4 broken hearts"
"Travelin' on"
"Out on the road"
"Happy pills"
"Miriam"
"All a dream".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.