NEWS   |   Industria / 19/04/2012

La 'guerra' del publishing: Zach Horowitz a capo delle edizioni Universal

La 'guerra' del publishing: Zach Horowitz a capo delle edizioni Universal

Variazione importante nell'organigramma dello Universal Music Group: il presidente e chief operating officer Zach Horowitz ha assunto l'incarico di presidente e amministratore delegato di Universal Music Publishing, società di edizioni che controlla oltre 40 filiali nel mondo, passando in sostanza da un incarico di coordinamento a un ruolo di gestione operativa e quotidiana del business editoriale.
"La nomina di Zach a capo di UMPG testimonia quale importanza rivestano le edizioni musicali nei miei piani riguardo la Universal del futuro", ha spiegato in un comunicato stampa il presidente e ad della major Lucian Grainge. "Per quasi due decenni, (Horowitz) ha promosso gli interessi della nostra società di publishing ed è stato l'architetto principale della sua crescita. Ora desidero che si concentri a tempo pieno nella massimizzazione del suo potenziale, nel contesto delle attuali e difficili condizioni del mercato".


Fino ad ora Horowitz era stato presidente del board di Universal Music Publishing, in cui siedono i vertici delle principali aree regionali (Paul Connolly è il responsabile per Regno Unito ed Europa); l'executive americano è anche membro del board di UMG Management e di Vevo, la piattaforma videomusicale di cui Universal è socio fondatore. In passato aveva svolto un ruolo chiave nell'acquisizione di società come PolyGram, Geffen, Interscope, Deutsche Grammophone e le edizioni Rondor Music da parte della major leader di mercato. "Le sfide e le opportunità che oggi fronteggiano gli autori di canzoni e le società di edizioni sono significative come non mai", ha spiegato a proposito delle sue nuove mansioni. "Nella storia del music publishing questo è un momento di grande trasformazione: si tratti di trovare nuovi modi per aiutare i nostri autori a massimizzare la loro creatività, o di essere propositivi nell'attivare nuove partnership e modelli di business così da realizzare pienamente la rivoluzione digitale".


Il coinvolgimento diretto di Howowitz nel business delle edizioni rappresenta secondo molti osservatori la risposta di Grainge alla attesa crescita di competitività del concorrente Sony/ATV, se la sua acquisizione di una quota rilevante di EMI Music Publishing verrà autorizzata dalle autorità antitrust (una decisione in merito da parte della Commissione Europea è attesa proprio oggi).