Asta di oggetti rock, Daltrey degli Who fa il furbo

Asta di oggetti rock, Daltrey degli Who fa il furbo

Roger Daltrey degli Who si è rimesso a fare il furbo.

Come negli anni Sessanta, periodo in cui non gli dispiaceva passare per un mezzo delinquentello, il cantante si è divertito a far gonfiare artificialmente i prezzi ad un’asta rock. E le quotazioni, effettivamente, sono salite. “Veramente non volevo comprare niente. M’interessava solo che i dirigenti ricchi cacciassero fuori i soldi per una buona causa”, ha detto il musicista. Come non immaginarlo? Il tutto è avvenuto per scopi benefici. Al Cobden Club di Kensal Town, Londra, sono finiti sotto il martello del banditore vari oggetti rock i cui proventi sono stati poi “girati” ad un’organizzazione che si occupa di bambini con gravissime malattie. Col suo comportamento, per una volta apprezzato dall’intero consesso, Daltrey è riuscito a raggranellare circa 60 milioni di lire. Tra gli articoli venduti, un vestito appartenuto a Boy George ed una chitarra di Eddie Vedder dei Pearl Jam. E gli è andata bene. “Ho rischiato di brutto”, ha detto Daltrey. “Stavo per aggiudicarmi una maglietta dei Bee Gees”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.