UK, campagna per portare 'God save the Queen' dei Sex Pistols al numero 1

UK, campagna per portare 'God save the Queen' dei Sex Pistols al numero 1

Neanche il tempo di annunciare la sua ripubblicazione, e già c'è chi organizza una campagna per portarla al numero 1 in classifica. "God save the Queen" dei Sex Pistols, canzone uscita quando le idee giravano col ciclostile, la carta carbone e le macchine da scrivere, e i computer erano cosi grossi come un armadio, oggi, nel giro di poche ore, viene proiettata, grazie ai social network, verso mete imprevedibili. Come riportato ieri, John Lydon, che per l'occasione dovrebbe riprendere il suo "vecchio" nome di Johnny Rotten, e soci tutti ripubblicheranno, nell'augusta ricorrenza del giubileo di diamante della regina Elisabetta II, "God save the Queen". Da notare che la canzone è appena stata votata "Miglior brano degli anni Settanta" dall'NME. La ripubblicazione dovrebbe avvenire alla fine del prossimo maggio. I Pistols otterranno così un doppio risultato: quello commemorativo da un lato, visto che l'originale uscì il 27 maggio 1977, e quello di rompere le uova nel paniere alla canzone ufficiale - scritta da Gary Barlow e Andrew Lloyd Webber e che dovrebbe essere pubblicata negli stessi giorni - per il giubileo. Il disco debuttò nel '77 al secondo posto della locale chart, tra forti sospetti che la classifica fosse stata in qualche modo taroccata per non dare al 45 giri il numero 1 e così creare uno scandalo proprio nell'anno del giubileo d'argento della sovrana.












 Nella campagna su Facebook uno dei promotori ha scritto: "A questa canzone venne negato il numero 1 al giubileo d'argento nel 1977, mentre altre chart di quell'anno (inclusa quella dell'NME) misero invece i Pistols al vertice. E' l'ora della rivincita. Chi ci sta?".
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.