Fazio denunciato a causa di Elton John

Fazio denunciato a causa di Elton John
Elton John, ospite di “Quelli che il calcio”, ha beneficiato di uno spot pubblicitario di più di un'ora per promuovere il suo ultimo disco “The big picture”. Fabio Fazio, con insolita, imbarazzante piaggeria, ha a lungo sventolato davanti alla telecamera la copertina del CD. Fin qui, niente di nuovo, anche se è un peccato che il buon (e buonista) Fabio scivoli in queste abitudini frizziane. E secondo l'associazione in difesa dei consumatori e degli utenti Adusbef, nella trasmissione di domenica si è esagerato: ma non per la pubblicità ad Elton John come cantante, quanto per la pubblicità occulta a Versace. Gli autori della trasmissione sono stati denunciati per pubblicità ingannevole a favore della "griffe". “Un vero e proprio spot occulto, grazie a una gag imperniata sulla casa di moda che effettuava sfilate a poca distanza e che in serata avrebbe visto la partecipazione della star inglese, che ha chiesto a Paolo Brosio di portargli una camicia di quella marca”, spiega Elio Lannutti, presidente dell'Adusbef. “Non sappiamo se tale richiesta fosse stata concordata tra il cantante e gli autori, né se la partecipazione di Elton John fosse a titolo gratuito o oneroso, ma è necessario che la Rai metta fine al proliferare della pubblicità occulta nei programmi”. Fabio Fazio non ci sta. “Tutti sapevano che Elton John era a Milano per la sfilata di Versace e tutti l'hanno scritto. E l'episodio della ricerca delle camicie non era in scaletta, Paolo Brosio era pronto a partire in cerca di peonie, i suoi fiori preferiti; quella di mandarlo a cercargli delle camicie è stata un'idea di Elton John. Non mi pare poi che le camicie si siano viste così bene in tv: Elton le ha gettate per aria perché troppo grandi. Chi lo conosce sa che è difficile concordare qualcosa con lui. Gli ho parlato per due minuti in tutto, e comunque mi piace pensare a questo evento come a un fatto straordinario per la Rai e per noi”. E il compenso della popstar? “Non ne ho idea, non è un mistero per nessuno che fondamentalmente è venuto per promuovere il disco come fanno tutti i cantanti. Ma è venuto da noi perché è appassionato di calcio, tanto che si è trattenuto fino alla fine dei primi tempi”.
Dall'archivio di Rockol - Il "Farewell Yellow Brick Road Tour" all'Arena di Verona
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.