will.i.am (Black Eyed Peas) deve andare a lezione d'inglese

will.i.am (Black Eyed Peas) deve andare a lezione d'inglese

Possibile che, pur essendo nato a Los Angeles e parlando inglese dalla nascita, will.i.am abbia bisogno di lezioni d'inglese? Sì, anche se naturalmente si tratta di un particolare genere di lingua inglese. Il cantante dei Black Eyed Peas, 37 anni, vero nome William Adams, è in questo periodo tra i giudici del programma televisivo britannico "The voice UK". Si tratta di un reality, in onda dallo scorso 24 marzo, che vede will.i.am al lavoro con Danny O'Donoghue degli Script, Tom Jones e Jessie J; presentano Reggie Yates e Holly Willoughby. Il problema è che lo statunitense è a proprio agio con le espressioni gergali del suo Paese, ma quelle del Regno Unito non le conosce. Così, secondo i tabloid londinesi, William ha chiesto d'essere urgentemente sottoposto ad un corso di full immersion di inglese-inglese con parole in slang e frasi informali. Per farsi dare una mano, Will ha chiesto aiuto ad uno dei pochi musicisti inglesi che conosce al di fuori di "The voice UK", il musicista, cantautore e produttore Labrinth. Il 23enne artista ha peraltro appena pubblicato il suo primo album, "Electronic Earth", dopo aver condotto nella Top 5 britannica tutti i suoi primi tre singoli. Labrinth, piuttosto impegnato in questo periodo, per ora si è limitato a suggerirgli di guardare la popolare soap televisiva "EastEnders" che gli darà una bella infarinatura di linguaggio di strada.





Contenuto non disponibile







"The voice UK" si basa su "The voice of Holland", serie creata dal produttore televisivo olandese John de Mol. Il programma britannico ha una durata complessiva di undici settimane. Al vincitore andranno 100.000 sterline (120.000 euro) e un contratto con la Universal Republic Records.
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.