Parla Franchini (Edel Italia): 'la crisi internazionale non ci tocca'

Il presidente di Edel Italia Paolo Franchini, sollecitato ad un commento da Rockol, assicura che il cambio di strategia deciso a livello internazionale dal gruppo tedesco (vedi news) non avrà ripercussioni immediate sull’assetto della filiale italiana, smentendo le voci che davano per possibile uno smantellamento della sua rete di distribuzione. “Anzi – ha replicato Franchini a Rockol – la possibilità di disporre di una rete di agenti autonoma e motivata rappresenta per noi, in questo momento, una risorsa strategica essenziale in vista dello sviluppo e del consolidamento sul mercato dei nostri artisti, così come richiesto dalla nuova missione aziendale che intende giustamente privilegiare lo sviluppo di repertorio proprio rispetto all’acquisizione di cataloghi in licenza e in distribuzione”.
Franchini ammette le difficoltà internazionali del gruppo di Michael Haentjes, “legate forse a qualche acquisizione sbagliata ma soprattutto alla crisi dei mercati finanziari che hanno sottratto le risorse necessarie a sostenere lo sviluppo”; ma aggiunge che “questa situazione non si riflette sullo stato di salute della nostra società, che ha più che raddoppiato il fatturato rispetto allo scorso anno (grazie anche al best seller "Born to do it" di Craig David, vicino al doppio platino e alle 200 mila copie, ndr), toccando un giro d’affari che si aggira oggi tra i 35 e i 40 miliardi all’anno”. Franchini dice di non attendersi grosse ripercussioni negative neppure dalla cessazione dei rapporti di licenza e distribuzione, a livello internazionale, con etichette come Disney, Roadrunner e Mushroom (vedi news): “Il rapporto con Disney, a dispetto della enorme forza del brand, si è rivelato a livello internazionale poco redditizio per Edel: il nostro contratto prevede un periodo di sell-off (cioè di smaltimento del catalogo, ndr) fino al 31 dicembre, tanto per il prodotto Disney che per la Hollywood Records, ma le novità di Natale saranno già affidate a un altro distributore. Roadrunner, dal 1° settembre, è con Universal, che sta già distribuendo, tra gli altri, il nuovo disco degli Slipknot. Quanto a Mushroom, in uscita ad ottobre con i Garbage (mentre “Origin of symmetry” dei Muse, 40 mila copie, continua ad essere ben piazzato in classifica), per noi non cambia nulla: il catalogo è in mano alla Pias, di cui noi continuiamo ad essere distributori esclusivi per l’Italia. Nel frattempo – aggiunge Franchini - prosegue il rapporto con il gruppo Sanctuary/Castle, che dispone di centinaia di titoli di nomi storici del rock ma anche di novità come il disco dei Megadeth, nonché la partnership con Eagle Records, che farà uscire ad ottobre il nuovo album dei Simple Minds”.
Mentre si prepara a lavorare sulle nuove “top release” internazionali (Jennifer Paige e l’ex East 17 Brian Harvey in compagnia di Wyclef Jean, entrambi in uscita ad ottobre), Franchini annuncia novità anche sul fronte locale: confermato per ottobre (vedi news) il disco di Eugenio Finardi e Francesco di Giacomo dedicato al fado portoghese, in proiezione futura si attendono le prime “firme” di nuovi artisti dopo il conferimento ad Enrico Romano (ex Sony Music Publishing) del doppio incarico di direttore artistico e di responsabile delle edizioni musicali.
Music Biz Cafe, parla Gaetano Blandini (SIAE)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.