Matthew Ryan, un irlandese in Italia

Matthew Ryan, un irlandese in Italia
Di lui s'inizia a parlare davvero bene. Il "Los Angeles Times", ad esempio, l'ha addirittura paragonato al giovane Springsteen (speriamo non a quello dei primi due album, belli ma acerbi), mentre anche il "People" ha espresso un giudizio abbastanza simile. E Matthew Ryan, che ha da poco pubblicato il suo album di debutto, "Mayday", è venuto ad "autopresentarsi" lunedì 30 a Milano.
Contento del paragone con l'Uomo di Freehold?
"Cinquanta e cinquanta", risponde Matthew accarezzandosi la barbetta. "E' indubbiamente un grande onore, ma non vorrei che la similitudine con Springsteen adesso andasse a sminuire la mia propria personalità. Vorrà dire che cercherò di fare meglio di lui, così in futuro qualche giovane artista potrà essere paragonato a me, ah hah".
Visto che sulla tua biografia si parla di Dylan Thomas, che ci dici del grande poeta?
"Io sono irlandese: padre, madre, nonni, tutti irlandesi. Era un poeta fantastico, impossibile non esserne influenzati".
Thomas era gallese e non irlandese, ma fa niente. Per caso conosci qualcosina della musica italiana?
"No, è la prima volta che vengo in Europa, non posso dire di conoscere... cioé, ho sentito Pavarotti, che è fantastico, però...".
Matthew poi rivela d'aver composto circa 200 canzoni, che anche suo padre ne scrive (anche se con scarso successo) e che per il momento abita a Nashville, città dalla quale dice di non essere minimamente influenzato.
Dall'archivio di Rockol - I classici del rock: "Born in the USA" di Bruce Springsteen
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.