Microsoft ancora sotto osservazione dell'autorità antitrust

Microsoft ancora sotto osservazione dell'autorità antitrust
La Commissione Europea continua ad indagare sul settore musicale, tenendo sotto osservazione i prezzi dei CD nei negozi (vedi news) così come il mercato emergente della distribuzione on-line. E a finire nel suo mirino, dopo le costituende piattaforme "multi-label" Pressplay e MusicNet, è ancora una volta il gigante informatico di Seattle, accusato di avere illegalmente incorporato il suo software per la riproduzione di file audio e video in rete, Windows Media Player, nei suoi sistemi operativi come Windows 98 e Windows 2000. In questo modo, Microsoft – recita una nota diffusa dall'organo comunitario – “può impedire ai costruttori e agli utenti finali una libera scelta su quali prodotti desiderano avere sui loro personal computer, soprattutto perché non esistono mezzi tecnici per rimuovere o disinstallare il prodotto”, con l’effetto di indebolire l’innovazione e la concorrenza sul mercato da parte di software multimediali alternativi come il RealPlayer di RealNetworks e il QuickTime di Apple. La Commissione ha inviato comunicazione formale del nuovo procedimento istruttorio alla società di Bill Gates, che ora ha circa due mesi di tempo per replicare per iscritto. L'autorità europea ha fatto sapere che l’indagine non riguarderà per il momento il nuovo sistema operativo di Microsoft, XP (vedi news), nonostante le ditte rivali si siano già lamentate del fatto che la sua introduzione restringerà ulteriormente la concorrenza sul mercato.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.