USA, il Copyright Office propone modifiche alla legge sul diritto d'autore

L’Ufficio Copyright americano invita i legislatori statunitensi a correggere in senso meno restrittivo le norme che tutelano il diritto d’autore, consentendo a chi acquista legalmente musica, film o altro materiale in formato digitale di realizzare copie di archivio per scopi strettamente personali (ad esempio per prevenire l’eventuale distruzione dei file), purché queste ultime non vengano vendute o scambiate con terzi.
L’organo federale, che ha appena pubblicato uno studio finalizzato alla revisione della legge americana sul diritto d’autore (il cosiddetto Digital Millennium Copyright Act del 1998) è invece contrario a un’estensione per analogia, in ambito digitale, delle norme che consentono a chi acquista legalmente una copia materiale di un’opera di regalarla o rivenderla a terzi: l’analogia sarebbe resa impossibile dal fatto che mentre le copie di un supporto fisico in possesso di un singolo utente sono in numero limitato e facilmente deteriorabili, le copie di un’opera digitale possono al contrario essere infinite e venire distribuite in tempo reale, a costi bassissimi e senza perdita di qualità. L’Ufficio è intervenuto anche sulla questione delle copie “tecniche” temporanee effettuate dagli operatori di rete che distribuiscono musica digitale, sostenendo che si tratta di operazioni prive di rilevanza economico-commerciale e per cui non è giusto pagare un’ulteriore royalty ai titolari dei diritti, così come sostengono invece le associazioni dell’industria cinematografica e musicale.
L’orientamento espresso dall’Ufficio Copyright in tema di uso consentito delle copie digitali è analogo, a grandi linee, a quello espresso dal Music Online Competition Act, un progetto di legge promosso dal deputato repubblicano dello Utah Chris Cannon e dal deputato democratico della Virginia Rick Boucher. Le indicazioni espresse dall’ente americano verranno ora vagliate dal Congresso degli Stati Uniti.
Dall'archivio di Rockol - I dieci migliori album del 1987
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.