Nuova Zelanda: per il giudice irregolare il sequestro dei beni di Kim Dotcom

Un vizio procedurale nell'ordinanza di sequestro dei beni confiscati a Kim Dotcom potrebbe restituire al fondatore e deus ex machina del cybrelocker MegaUpload il denaro sufficiente ad organizzare la difesa nel processo che lo vede imputato per concorso in violazione di copyright, frode e riciclaggio.


Il giudice neozelandese Judith Potter ha giudicato irregolare l'ordinanza restrittiva emessa nei confronti di Dotcom da parte degli organi di polizia e dei rappresentanti del governo statunitense, dal momento che all'imputato non è stato consentito di contestare l'azione. Resesi conto dell'errore procedurale, le autorità neozelandesi avevano già cercato di correre ai ripari a fine gennaio, ma secondo Potter il provvedimento è privo di efficacia legale. Di conseguenza, i beni sequestrati (200 milioni di dollari, comprensivi di un'abitazione da 30 milioni di dollari, auto di lusso e denaro contante o depositato in banca) potrebbero tornare nella sua disponibilità, dopo che - prolungato su base temporanea l'ordine restrittivo dal giudice stesso - la questione verrà discussa nel corso di una nuova udienza.


Come noto, Dotcom è stato rilasciato su cauzione ed è in attesa di conoscere l'esito di una richiesta di estradizione che dovrebbe essere discussa il prossimo 20 agosto.  
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.