Il 'vecchio' CBGB di New York diventa un festival

E' andato, ma non dimenticato.

Chiuso dall'ottobre 2006, e salutato per sempre con la morte del gestore Hilly Kristal nell'agosto 2007, il CBGB di New York rivivrà sotto forma di festival. Il "mitico" locale underground sulla Bowery, aperto nel 1973, dopo sei anni sarà ricordato con una rassegna che si terrà dal 4 all'8 luglio. La pagina dedicata offre numerosi proclami ma ben poca sostanza. Il festival si descrive come "cinque giorni di musica, cinema, alcolici e apprendimento" che si snoderanno dalla Bowery e la Lower East Side fino alle strade di Williamsburg, Brooklyn. I generi musicali? Apparentemente tutti, visto che si listano "Alternative, Americana, Avant-garde, Bluegrass, Blues, Classic Rock, Country, Folk, Funk, Goth, Jam Band, Jazz, Latin, Metal, Pop, Punk, Reggae, Rock, Cantautori e World". Vengono promessi "laboratori sull'industria discografica vista dall'interno", "film rock'n'roll" e "notti di musica". Spettatori previsti? Regna l'ottimismo: da mezzo milione a 1 milione. Intanto, però, di nomi di artisti che parteciperanno non ne salta fuori neanche uno.













Il CBGB fu il covo dal quale si sviluppò il punk e la new-wave statunitense; sul suo piccolo palco transitarono, tra gli altri, Ramones , Talking Heads, il Patti Smith Group, Blondie, Cramps e Television . Tra i primi gruppi a salire sul palco furono i Television, che si erano formati da poco. Kristal li trovò "terribili". Dopo un po' fu la volta dei Ramones. Kristal li trovò addirittura peggiori dei Television. "Non sospettavo minimamente", disse, "che un giorno sarebbero diventati due tra i gruppi punk più importanti degli anni Settanta".

 
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.