Altri particolari sulla sparatoria con i Junior M.A.F.I.A.

Altri particolari sulla sparatoria con i Junior M.A.F.I.A.
Nuovi particolari e chiarimenti (due e non tre i membri coinvolti) sulla sparatoria di Brooklyn della quale Rockol si è occupato nei giorni scorsi (vedi news). Lil’ Cease e Larceny dei Junior M.A.F.I.A. sono stati arrestati con l’accusa di tentato omicidio. James Lloyd ed Antoine Spain –questi i veri nomi dei due- sono stati fermati all’aeroporto La Guardia di New York dopo che una delle guardie del corpo della formazione, Suif Jackson, era a sua volta stata arrestata. I tre sono stati liberati su cauzione, per la quale hanno dovuto pagare circa 800 milioni di lire l’uno, una cifra notevolmente alta rispetto alla media, e dovranno presentarsi in tribunale il prossimo 29 agosto. All’interno dell’auto guidata da Jackson, ed intestata a Lil’ Kim, la polizia ha rinvenuto due pistole. Si tratterebbe delle armi (ma questo verrà chiarito solo a processo iniziato) utilizzate per ferire un uomo, Michael Goody di 21 anni.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.