Caso Napster:
la RIAA vuole passare all'incasso

La potente RIAA, Recording Industry Association of America, vorrebbe passare alla fase dell'incasso. L'associazione discografica USA ha chiesto ad un giudice di dichiarare il servizio di file-sharing colpevole di violazione di copyright; se la linea dovesse passare, e ciò verrà discusso nel corso di un'udienza da tenersi a San Francisco il prossimo 1° ottobre, il caso andrebbe (o meglio tornerebbe) nelle mani del giudice Marilyn Patel, la quale potrebbe stabilire la somma che Napster deve corrispondere alle etichette discografiche per violazione di copyright. Tuttavia Hilary Rosen, presidente della RIAA, alcuni giorni fa aveva affermato che una soluzione finanziaria extragiudiziale sarebbe stata auspicabile. Intanto Napster, come si sa, sta organizzando il proprio servizio in modo da non danneggiare i diritti delle etichette. Mentre il servizio è ancora inattivo, altri servizi di “music-sharing” stanno aumentando i propri volumi di visitatori; tra questi sono da annoverare audiogalaxy.com e musiccity.com
Music Biz Cafe Summer: radio e TV verso il futuro
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.