L'Università del Minnesota: 'Ascoltare rock fa diventare razzisti'

L'Università del Minnesota: 'Ascoltare rock fa diventare razzisti'

Secondo uno studio condotto dall'Università del Minnesota gli ascoltatori di mainstream rock hanno maggiore propensione ad avere atteggiamenti discriminatori rispetto ad altri che prediligano generi come pop e r'n'b: l'indagine ha visto coinvolti 138 studenti dell'ateneo americano, che si sono sottoposti a session d'ascolto della durata di sette minuti l'una di differenti generi musicali. Subito dopo, ai partecipanti all'indagine è stato chiesto con quale minoranza avrebbero più volentieri suddiviso i fondi dell'università. Stando ai risultati, gli ascoltatori bianchi di artisti mainstream rock come Bruce Springsteen (le cui posizioni in materia di solidarietà sociale, tra l'altro, oltre ad essere note da decenni sono state ribadite con forza nell'ultimo album firmato dall'artista,

"Wrecking ball". Senza contare, ovviamente, il profondo legame - umano e artistico - con Clarence Clemons) avrebbero manifestato la volontà di dividere i fondi con altri bianchi, mentre gli ascoltatori di altri generi come pop o r'n'b - rappresentati nell'indagine, per così dire, da Gwen Stefani (nella foto) e Akon, tra gli altri - avrebbero dimostrato maggiore apertura nei confronti di latino-americani e africano-americani. "La musica rock è solitamente associata all'America bianca", ha chiosato Heather LaMarre, assistente alla cattedra di giornalismo e scienze delle comunicazioni: "La nostra convinzione è che gli ascoltatori bianchi vengano spinti a mostrare solidarietà ai propri simili e a pensare positivamente nei loro confronti". "La musica ha una grande influenza sul nostro comportamento e sulla nostra psicologia, più di quanta noi possiamo immaginarne", ha ribadito la professoressa associata Silvia Knobloch-Westerwick: "La musica è in grado di rafforzare il senso di biasimo nei confronti del gruppo al quale apparteniamo, o di potenziare quello nei confronti di altri". Nel dettaglio, messi di fronti all'opportunità di devolvere fondi alle associazioni Centres of African American Studies, Latino American Studies, Arab American Studies, and Rural and Agricultural Studies, gli ascoltatori di rock avrebbero proposto di devolvere il 35% dei fondi in favore di quest'ultimo, lasciando il resto agli altri, mentre quelli di pop e r'n'b avrebbo optato per un'equa ripartizione dei fondi tra le quattro associazioni.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.