Federico Soldati: da pianista a mentalista

Federico Soldati: da pianista a mentalista

 

Cosa porta un normale ragazzo appassionato di musica classica a fare il prestigiatore, o meglio, il mentalista? La risposta sta in una parola, tanto densa quanto indeterminata: arte. Una predisposizione innata per l'abilità del fare in base a regole ed esperienze acquisite, ma anche per il mondo della creatività improvvisata è l'elemento chiave che ha guidato le scelte di Federico  Soldati, il giovane prestigiatore che ha da poco preso parte al talent show "Italia's got talent", in onda ogni sabato sera su Canale 5 qualificandosi per la finale di sabato 10 marzo.

"Quando ero piccolo mio padre mi mostrava spesso dei giochi di prestigio e io in breve mi sono appassionato alla magia", ha raccontato il ragazzo chiacchierando con Rockol. "Normalmente le manipolazioni necessarie per i giochi di prestigio son complicate e richiedono molto tempo per essere imparate alla perfezione, ma io ho avuto la fortuna di aver dita molto allenate grazie al pianoforte. All'età di otto anni, infatti, ho iniziato a studiare al Conservatorio e questo mi ha permesso di sviluppare una manualità che agli altri prestigiatori richiede molti anni di studio e pratica".

 Nella musica, così come nella magia, per Federico uno degli ingredienti fondamentali è l'improvvisazione: "Non ho mai amato essere rinchiuso tra le regole o le note. La disciplina e la tecnica sono la base di tutte le arti, ma quello che fa la differenza è la capacità di trasmettere qualcosa al pubblico tramite la propria creatività. Cerco sempre di proporre nuovi numeri proprio questo motivo". Ma creare nuovi esperimenti di mentalismo è come creare una nuova canzone?: "Il procedimento più o meno è lo stesso, tanto più che personalmente mi capita spesso di sedermi al pianoforte a cercare l'ispirazione per ideare qualcosa di nuovo. Se ho un supporto musicale, e soprattutto se sono io a produrlo, inizio a navigare con la mente e a lasciarmi trasportare dalle emozioni. E' così che io creo". Ma la musica diventa cruciale anche dopo il momento compositivo: "Anche durante gli spettacoli la musica diventa un importante supporto, ma non deve assolutamente distrarre il pubblico.E' fondamentale che le persone sentano ciò che dico perché io possa entrare nella loro mente. In pratica l'interlocutore crede di fare delle scelte in libertà e solo in un secondo momento si rende conto che l'ho influenzato". Per farvi un'idea sugli spettacoli di Federico,  potete visitare il suo sito www.federicosoldati.com.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.