Nei dance-club si rischia la tbc?

Secondo i risultati degli studi compiuti dal Public Health Laboratory Services, una nuova forma di tbc si starebbe diffondendo tra i club inglesi. Il virus trova il suo ambiente ideale nei locali caldi e tra il sudore del pubblico. Sebbene la forma d’infezione più veloce sia quella attraverso la saliva, i medici non escludono che la malattia si possa trasmettere anche semplicemente respirando aria con componenti virali. “Non stiamo dicendo che è pericoloso andare nei club, ma stiamo cercando di sensibilizzare il pubblico a una certa attenzione, soprattutto nel caso ci si trovi a mangiare o a lavorare con qualcuno colpito dalla tbc” hanno spiegato i funzionari dell’istituto. Negli ultimi mesi nel Regno Unito si sono registrati 58 casi e, secondo le stime degli esperti, il morbo sarebbe latente in un’altra cinquantina di persone.

Dall'archivio di Rockol - Artisti che odiano i loro successi: 11 casi da manuale
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.