Manu Chao,
il ‘Corriere della Sera’ e
la pseudoinformazione

Manu Chao,il ‘Corriere della Sera’ ela pseudoinformazione
Pur rendendoci conto che non si tratta di un caso isolato e sporadico, ma di uno dei tanti esempi di disattenzione professionale che affliggono la categoria dei giornalisti alla quale spesso ci rammarichiamo di appartenere, ci pare utile e necessario segnalare ciò che il “Corriere della Sera” di oggi 25 luglio pubblica a pagina 6.
In un box non firmato, inserito in un articolo sul “dopo Genova – i cortei”, si racconta di una perquisizione di cui si dice vittima Manu Chao (episodio finora inedito), che sarebbe avvenuta dopo il concerto milanese del cantante. Fin qui, nulla da eccepire. Ma il box si chiude con queste testuali parole:
“Ma non è tutto. Perché il cantante, che denuncia la ‘collaborazione tra forze di polizia e violenti nello scatenare gli episodi di violenza di Genova’, racconta un altro particolare della sua presenza milanese: ‘Pensate che, quattro giorni prima del G8, la polizia è andata anche a perquisire la sede italiana della Virgin, la mia casa discografica’.”
I lettori di Rockol sanno bene, per aver seguito l’ampia ricostruzione della vicenda da noi fornita in un’inchiesta esclusiva (vedi News), che i fatti si sono svolti diversamente da come li riferisce il “Corriere”. Ovviamente non possiamo pretendere che il maggiore quotidiano italiano segua la nostra attività giornalistica con la stessa attenzione con la quale noi seguiamo la sua (anche se più di una volta abbiamo avuto la sensazione che certe notizie da noi rivelate in anteprima siano state utilizzate come fonte per successive pubblicazioni del “Corriere”). Ma i casi sono due: o è stato Manu Chao a raccontare una verità parziale, o è stato l’anonimo giornalista del “Corriere” a collegare artificiosamente (e, ci auguriamo, non maliziosamente) due fatti che in realtà non sono direttamente connessi.
Nell’un caso o nell’altro, i lettori del “Corriere della Sera” hanno ricevuto un’informazione incompleta e non rispondente alla realtà. Non possiamo che dispiacercene, e augurarci che il grande giornale prenda atto della nostra precisazione e torni sull’argomento per rimediare alla propria leggerezza.

(franco zanetti)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
12 ago
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.