USA, la Corte d'Appello concede a Napster il diritto di tornare on-line

La Corte d'Appello della 9° circoscrizione degli Stati Uniti ha autorizzato la Web company californiana a ripristinare il suo servizio di “file sharing” fino a sue nuove disposizioni in merito, sospendendo così di fatto la decisione del giudice federale Marilyn Hall Patel, che l'11 luglio scorso (vedi news) aveva imposto l'oscuramento del sito fino a quando i tecnici di Napster non fossero stati in grado di garantire la “tolleranza zero” nei riguardi delle violazioni di copyright perpetrate attraverso lo scambio non autorizzato di file in rete.
Il disposto dei tre giudici di appello, emesso nella giornata di mercoledì 18 luglio, si basa sulla considerazione che la sentenza del giudice Patel ha di fatto modificato l'ingiunzione preliminare che lo stesso magistrato aveva emesso il 5 marzo scorso (vedi news) e offre al sito di Shawn Fanning la possibilità di tornare in funzione dopo più di due settimane di sospensione: i portavoce della società di Redwood City, tuttavia, non sono stati in grado per il momento di confermare una data a partire dalla quale il sito riprenderà la sua regolare attività in rete. In un comunicato stampa, Napster ha invece ribadito l'intenzione di lanciare un servizio a pagamento entro l'estate, aggiungendo che oltre un milione di utenti si sono iscritti per partecipare a titolo gratuito ai test di prova del servizio stesso.
Intanto, la battaglia legale tra il sito e i detentori dei copyright è tutt'altro che finita: case discografiche ed editori musicali, che continuano a contestare la veridicità dati forniti da Napster riguardo all'efficacia dei suoi sistemi di monitoraggio dei file scambiati in rete, intendono richiedere alla magistratura un giudizio sommario che sancisca la corresponsabilità di Napster, in base alle leggi vigenti, nelle violazioni dei copyright commesse attraverso il sito. Se questo dovesse accadere, un processo per la determinazione dei danni da risarcire alle stesse etichette ed editori verrebbe istruito quest'autunno. Intanto, la Corte d'Appello ha concesso a Napster tempo fino al 9 agosto per presentare appello formale contro la decisione del giudice Patel; una replica dell'industria discografica dovrà pervenire ai giudici entro il prossimo 6 settembre.
Dall'archivio di Rockol - Virtual Time, 'Waves Are Calling' #Nofilter per Rockol
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.