Bloomberg: Warner non ha rinunciato ai suoi progetti sulla EMI

Se la Federal Trade Commission americana o la Commissione Europea (che ha ricevuto giusto una settimana fa richiesta formale di approvazione del <i>merger</i>) non dovessero consentire a Universal Music di prendere possesso degli asset discografici della EMI un altro pretendente sarebbe già pronto a farsi avanti: si tratta della Warner Music di Len Blavatnik, che all'asta di acquisizione della major inglese aveva già partecipato e che non avrebbe affatto accantonato l'idea di proporsi come alternativa alla stessa Universal.


L'indiscrezione, scrive il sito di Bloomberg, arriva da tre fonti diverse ben informate dei fatti; e del resto già l'ex ad di Warner, Edgar Bronfman Jr., aveva dichiarato che la società si sarebbe opposta "con le unghie e con i denti" a una fusione che rischia di schiacciarla ai margini del mercato: le stime degli analisti calcolano la quota di mercato complessiva di Universal ed EMI intorno al 40 per cento, e anche di più in alcuni mercati; quella di Warner si attesterebbe invece intorno al 12 per cento. La major americana, che sarebbe interessata anche all'acquisto di una frazione del catalogo EMI - nell'eventualità che Universal venisse costretta dalle autorità antitrust a dismettere una parte del patrimonio - risulta essere in contatto con Impala, l'associazione delle etichette indipendenti che ha già espresso una netta opposizione al <i>merger</i> Universal-EMI mostrando di preferire piuttosto una fusione tra quest'ultima e Warner.


Simon Gilham, portavoce di Vivendi (la capogruppo francese di Universal) ha replicato che la società continua a seguire le procedure standard, confidando che le sue ragioni vengano ascoltate e che l'operazione venga approvata dagli organi antitrust. La Commissione Europea ha indicato il 23 marzo come la data entro la quale farà conoscere le sue prime decisioni in merito: approvazione tout court del <i>merger</i> o avvio di un supplemento di indagini.
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.