E’ Bocelli l’artista più colpito dalla pirateria nel 1997

E’ Bocelli l’artista più colpito dalla pirateria nel 1997
Nella classifica dei titoli più colpiti dalla pirateria svetta infatti quest’anno "Romanza", l’album di Andrea Bocelli. Milioni di pezzi contraffatti e pirata hanno invaso l’Italia ed il mondo, superando nella hit dei falsi più venduti perfino "Candle in the wind ‘97", il singolo di Elton John in memoria di Lady Diana. Il dato, come comunica la Ffederazione Antipirateria Musicale, emerge dall’analisi dei verbali di sequestro della Polizia, della Guardia di Finanza, dei Carabinieri, delle varie Polizie Municipali e delle Dogane. In tutte le operazioni antipirateria il titolo di Bocelli, e perfino compilation mai realizzate dalla casa discografica ufficiale contenenti brani dell’artista italiano (ad esempio "Tuttobocelli" e "Bocelli top hits") sono in testa per numero di pezzi sequestrati. Si tratta in massima parte di prodotti pirata venduti per poche migliaia di lire, ma sono stati rinvenuti anche compact disc e musicassette perfettamente contraffatti e messe in commercio in negozi autorizzati, con gravi danni anche per il consumatore.
Caterina Caselli Sugar, manager dell’artista, ha dichiarato: "Questi dati non sono altro che la conferma di quanto è già noto. Se la musica italiana attraversa un momento felice, così non si può dire della discografia, aggredita da mille problemi tra i quali non c’è dubbio che il più rovinoso sia proprio il ‘cancro’ della pirateria. Se ricordiamo che, statisticamente, su dieci dischi prodotti solo due e mezzo generano risultati di mercato soddisfacenti, e che proprio su di essi la pirateria infierisce, ci rendiamo conto dei ristrettissimi margini nei quali si può muovere l’industria discografica".
Dall'archivio di Rockol - Il "Farewell Yellow Brick Road Tour" all'Arena di Verona
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.