L'ex compagno di Ricky Martin vede doppio (e chiede 10 milioni di dollari)

L'ex compagno di Ricky Martin vede doppio (e chiede 10 milioni di dollari)
Ruben Gomez, ex componente dei Menudo, la formazione in cui militò anche Ricky Martin, ci vede doppio. Purtroppo non c'è nulla da scherzare. Gomez, che diverso tempo cantò a fianco di Martin, afferma d'essere rimasto vittima d'un bizzarro incidente occorsogli nel 1998: mentre stava provando una "sedia massaggiatrice" in un negozio di New York, alcuni scatoloni che si trovavano sugli scaffali sopra la sedia gli caddero rovinosamente sulla testa, lasciandolo in stato di choc e facendolo vedere doppio. L'episodio lo lasciò inabile al lavoro per circa un anno. Ora la denuncia contro il negozio della catena "Sharper Image". Secondo una fonte, Gomez avrebbe chiesto 12 milioni di dollari, secondo un'altra 8. Noi abbiamo fatto la media ed abbiamo scritto 10. Vedremo nei prossimi giorni se emergerà la cifra reale.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.