Laurie Anderson,
la vita corre sul filo

Laurie Anderson, la vita corre sul filo
Laurie Anderson ha fatto tappa a Milano oggi, 9 luglio, per presentare alla stampa "Life on a string", il suo nuovo album in uscita alla fine di agosto.
Il disco, che esce a sei anni di distanza dal precedente "Bright red", vede diverse collaborazioni eccellenti, a partire dal produttore Hal Willner ("Conosce moltissimi musicisti diversi, i contatti con quanti hanno suonato sul disco sono dovuti soprattutto a lui", ha spiegato la Anderson a Rockol), Lou Reed (che suona la chitarra in "One beautiful evening"), Dr. John, Bill Frisell e Van Dyke Parks. Quest'ultimo è responsabile dell'orchestrazione di "Dark angel", uno dei brani più sorprendenti dell'album. "All'inizio l'arrangiamento mi sembrava davvero troppo strano, non ero molto sicura di cosa potesse uscirne. Ma poi mi ci sono affezionata, è una canzone che mi piace molto", ha raccontato l'artista.
"Life on a string" nasce quasi come reazione allo spettacolo "Songs and stories of Moby Dick", un rilettura del romanzo di Herman Melville che la Anderson ha presentato nel '99. "Dopo essermi immersa per molto tempo nelle vicende e nei personaggi del romanzo, non ne potevo più, dovevo concentrarmi su altro", ha spiegato la Anderson.
Comunque, nel disco sono confluite idee nate durante il lavoro di preparazione per lo spettacolo, oltre a osservazioni personali: "Slip away" è dedicata al padre, mentre New York, la città in cui vive l'artista, ha fornito l'ispirazione per "Statue of liberty"; quest'ultima è una canzone nata dopo che la Anderson aveva scritto un'introduzione alla città per l'Enciclopedia Britannica. "Il fatto di dover scrivere quel testo mi ha spinta a girare per New York e osservarla in modo diverso rispetto a quanto fossi abituata, a considerare come la libertà sia importante per New York e da lì è nata l'idea per la canzone".
Distesa e rilassata, l'artista non ha risparmiato qualche osservazione pungente sul presidente degli Stati Uniti ("Da quando è stato eletto, non leggo nemmeno le notizie; so già che sono cattive") e sul suo primo successo, "O superman": "Quando ha cominciato a vendere, mi sono preoccupata. Pensavo: se piace così tanto, allora non è granché".
La Anderson ha annunciato un tour in partenza il prossimo ottobre, con una scenografia minima: qualche luce e una piccola band.
Il resconto completo della chiaccherata di Rockol con Laurie Anderson verrà pubblicata in contemporanea con l’uscita di "Life on a string"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.