Non solo Sanremo: GesamtKunstWerk, l'elettronica vista come arte

Non solo Sanremo: GesamtKunstWerk, l'elettronica vista come arte

Hanno un nome quasi impronunciabile preso da Wagner, GesamtKunstWerk, e che significa opera d'arte totale, arrivano da Roma, fanno elettronica (ma scrivono anche dei testi in italiano), e sono cinici quanto basta per rimanere a galla nel mondo musicale, inventandosi qualcosa che va oltre alla musica: "Siamo tutti di Roma, eravamo in gruppi differenti quando eravamo più ragazzi", ha raccontato a Rockol Eugenio Battaglini, "CI siamo avvicinati grazie alla musica elettronica e abbiamo creato prima l'associazione culturale Calde Correnti Chimiche, poi contestualmente agli spettacoli dove mentre suonavamo c'erano ragazze che sfilavano, abbiamo dato vita al gruppo. E' stata un'esigenza nel campo dell'arte digitale: le istallazioni, le creazione e i visual sono tutte figlie della stessa arte, solo che muoversi al giorno d'oggi in una sola direzione è poco redditizio. E' abbastanza difficile farsi pagare la creatività, così cerchiamo di avere più modi possibili per veicolare la nostra arte e trovare sempre nuovi contatti".
Rockol ha raggiunto al telefono il leader della band, Eugenio, perché i GesamtKunstWerk hanno vinto di recente il Premio speciale della Giuria al concorso Edison Change the Music, e a fine marzo condivideranno il palco con i Subsonica per un concerto a Londra: "In qualità di emergenti abbastanza disperati abbiamo partecipato a tutti i contest possibili, e questa è una delle rare volte in cui abbiamo trovato un festival serio. Siamo stati selezionati tramite una raccolta di demo, c'erano tre categorie, rock, elettronica e blues. Siamo molto contenti di aprire un concerto dei Subsonica a Londra, ci piacciono molto anche se in realtà i gusti musicali della band sono diversi, come diverse sono le esperienze dei singoli: abbiamo il diplomato al Conservatorio, quello legato alla dance e alla techno, poi ci sono io che sono più maturo e vengo dal rock classico e via così. I Subsonica sono un gran gruppo, in Italia nel circuito main stream sono quelli che hanno portato l'elettronica per primi. Stiamo lavorando per capire come sarà la nostra esibizione e se avremo la possibilità di portare le nostre proiezioni, ma noi sappiamo ancora molto. Probabilmente la cosa che ci ha fatto emergere durante il concorso è stata l'attitudine molto punk e rock 'n roll nei confronti della musica elettronica. Lasciamo molto spazio all'improvvisazione".
Come nasce un brano dei GesamtKunstWerk? "Dipende dai brani, alcuni sono flussi di pensiero o ispirazioni prese da momenti personali. Cerco di tenermi distante dal messaggio ben definito e chiaro, lascio all'ascoltatore tutte le capacità di interpretare come crede. 'Valeria e il poliziotti', per esempio, è uno dei brani meno recenti, forse uno dei primi. Il brano nasce da dei lavori sulla tangenziale, c'erano delle scritte con la bomboletta che parlavano di questa Valeria che aveva gli occhi rossi dalla fame e dalla rabbia e che odiava la polizia, così mi è venuto in mente di scriverci un brano. Non sappiamo ancora bene cosa fare", conclude Eugenio, "Stiamo andando avanti molto confusamente, non abbiamo ancora le idee chiare e prendiamo quello che arriva, l'idea nostra e di scrivere un brano e farci un video, pubblicarlo e crearci più seguito e contatti possibili. Adesso stiamo seguendo un progetto di cover che ci piacerebbe rifare in chiave elettronica. Abbiamo remissato qualche brano, sia italiano sia straniero, e abbiamo dei contatti con un ragazzo che ha uno studio e si è offerto di seguirci. Vedremo".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.