NEWS   |   Italia / 17/02/2012

Sanremo 2012: Carlo, Carlo, o Ermenegildo? Rockol incontra Celeste Gaia

Sanremo 2012: Carlo, Carlo, o Ermenegildo? Rockol incontra Celeste Gaia

A Sanremo abbiamo un primo tormentone. Solo che questa sera, venerdì, non sarà in gara a contendersi la vittoria tra i Giovani: Celeste Gaia è stata eliminata mercoledì serà nello scontro diretto con gli Io Ho Sempre Voglia, che hanno avuto accesso alla finale. Ma la sua "Carlo" è una delle vincitrici morali di questa 62° edizione del festival. 

Rockol l'ha incontrata, ed è esattamente come l'avete vista l'altra sera sul palco dell'Ariston: simpaticamente svampita, un po' naif. Ci ha canticchiato il ritornello della sua canzone, provando anche una versione alternativa con un altro nome scartato, e ci ha raccontato la storia del brano.



Contenuto non disponibile

 

 

Celeste Gaia ha un produttore di razza, Roberto Vernetti. La canzone, ci ha raccontato, è nata da un'idea di Bungaro, che le ha suggerito di scrivere sulla Francia. Dall'idea del raccontare il paesaggio è nata poi una canzone che racconta un incontro casuale. Quello con il fantomatico Carlo, appunto.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi