I suoni e i ritmi del Mediterraneo invadono Genova

I suoni e i ritmi del Mediterraneo invadono Genova
Per una settimana Genova sarà al centro della cultura mediterranea, ospitando nella zona del Porto Antico la decima edizione del "Festival Musicale del Mediterraneo". Dall'8 al 14 luglio "Pelli, popoli e percussioni" rappresenteranno le tradizioni popoolari del sud Europa e del nord Africa, con alcuni sconfinamenti nella muscia d'oltre oceano con la cubana Mirta Gonzales e il tango argentino di Juan Carlos Caceres. Le percussioni avranno un ruolo di prim'ordine, nella proposta sonora del festival: dallo zarb (il tamburo persiano) del trio iraniano Chemirani ai tamburi rituali sufi degli algerini Ikhwan Al-Hadra; dalle percussioni contaminate della spagnola banda del Surdo ai cimbali dei monaci tibetani di Drepung agli "arnesi" suonati dai napoletani Bungt & Bangt, fino ai tamburi africani del Burundi.
Informazioni e programma sul sito www.echoart.org. Se vuoi sapere tutto dei festival estivi, vai allo speciale di Rockol, all'indirizzo :
http://www.rockol.it/festival .
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.