Terra Lycos 'congela' i programmi di sviluppo di Sonique

E’ a rischio il futuro di Sonique, uno dei più noti programmi musicali per la riproduzione di musica digitale on-line, dopo che la società proprietaria Terra Lycos ha deciso di licenziare la maggior parte del personale addetto allo sviluppo del software. Secondo voci non confermate, il team di lavoro di Sonique, di base a San Francisco, verrebbe ridotto a due sole persone, bloccando di fatto i piani di sviluppo tecnologico della società, che la stessa Terra Lycos aveva acquistato per 1,1 milioni di dollari nell’agosto 1999. Una portavoce della Web company ha precisato che il marchio verrà tenuto comunque in vita e che la prima versione del “music player”, uno dei primi software a riprodurre file MP3 con l’ausilio di un’interfaccia grafica, continuerà ad essere distribuito agli utenti Internet.
Music Biz Cafe Summer: Covid-19, le sfide di artisti e discografici
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.