Caso Hitmania: Del Maro (CD Flash) risponde ai rivenditori di dischi

Francesco Del Maro, titolare del negozio on-line CD Flash, replica alle associazioni dei commercianti di dischi, insorte nei giorni scorsi contro una sua offerta promozionale che, d’accordo con le major discografiche (con eccezione della EMI) e con l’etichetta Universo/Hitmania, proponeva alcuni degli hit album del momento a 29.500 lire, un prezzo inferiore a quello che i rivenditori tradizionali pagano agli stessi fornitori (vedi news). “Sono d’accordo con i numerosi negozianti che fanno presente che fino a quando dovranno comprare le nuove uscite a 30 mila lire non ci sarà mai dialogo”, scrive Del Maro in una lettera inviata alla redazione di Rockol in replica all’articolo da noi pubblicato la settimana scorsa e nel quale riferivamo dell’“incidente” originato dall’inclusione di un coupon promozionale nella prima distribuzione dell’album “Hitmania dance estate 2001” (vedi news). “Ma – aggiunge, rivolgendosi agli stessi dettaglianti – perché invece di boicottare un’iniziativa che segnava un importante passo in avanti per tutti, non esprimono nessuna perplessità su operazioni di alcune testate che pubblicano compilation con i successi dell’estate, bruciando di fatto il mercato con un danno indiretto incalcolabile? E perché solo oggi, tramite alcune associazioni di categoria, sollecitano un incontro ‘urgentissimo’ quando fino a ieri, più volte sollecitate, non hanno mai dato seguito a nessun impulso? ”.
    Francesco Del Maro, titolare del negozio on-line CD Flash, replica alle associazioni dei commercianti di dischi, insorte nei giorni scorsi contro una sua offerta promozionale che, d’accordo con le major discografiche (con eccezione della EMI) e con l’etichetta Universo/Hitmania, proponeva alcuni degli hit album del momento a 29.500 lire, un prezzo inferiore a quello che i rivenditori tradizionali pagano agli stessi fornitori (vedi news). “Sono d’accordo con i numerosi negozianti che fanno presente che fino a quando dovranno comprare le nuove uscite a 30 mila lire non ci sarà mai dialogo”, scrive Del Maro in una lettera inviata alla redazione di Rockol in replica all’articolo da noi pubblicato la settimana scorsa e nel quale riferivamo dell’“incidente” originato dall’inclusione di un coupon promozionale nella prima distribuzione dell’album “Hitmania dance estate 2001” (vedi news). “Ma – aggiunge, rivolgendosi agli stessi dettaglianti – perché invece di boicottare un’iniziativa che segnava un importante passo in avanti per tutti, non esprimono nessuna perplessità su operazioni di alcune testate che pubblicano compilation con i successi dell’estate, bruciando di fatto il mercato con un danno indiretto incalcolabile? E perché solo oggi, tramite alcune associazioni di categoria, sollecitano un incontro ‘urgentissimo’ quando fino a ieri, più volte sollecitate, non hanno mai dato seguito a nessun impulso? ”.

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.