Il responsabile della morte di Michael Jackon in cella con l’ex di Janet Jackson

Il responsabile della morte di Michael Jackon in cella con l’ex di Janet Jackson

L’ex medico personale e l’ex cognato di Michael Jackson sono rinchiusi nella stessa cella. Conrad Murray, riconosciuto colpevole di omicidio colposo lo scorso novembre 2011 per aver somministrato una dose letale di anestetico al cantante, è rinchiuso in un carcere di Los Angeles dove deve scontare quattro anni. Ironia della sorte, il dottore divide la cella della County Men’s Jail con l’ex cognato del compianto “re del pop”: James DeBarge. Componente della famiglia musicale dei DeBarge famosa negli anni ’80, James è stato sposato per un anno con Janet Jackson nel 1984. DeBarge si trova in carcere per possesso di droga e aggressione aggravata. Il suo avvocato, Spencer Vodnoy, riferisce che il suo cliente è molto arrabbiato per l’incresciosa coincidenza di avere a che fare con Murray. Michael Jackson è morto nella sua casa il 25 giugno 2009. L’autopsia sul corpo del cantante ha rilevato la presenza del potente anestetico Propofol. Per questo motivo, le accuse sono cadute tutte sul suo medico personale Conrad Murray. Jackson in quel periodo era impegnato con le estenuanti prove del “This is it tour” che l’avrebbe dovuto vedere nuovamente sul palcoscenico.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.